Venerdì 6 marzo 2020 torna M’illumino di Meno

Nella giornata del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili quest’anno pianta un albero!

La trasmissione Caterpillar e Radio2 chiedono agli italiani di spegnere le luci che non sono indispensabili: un gesto simbolico, e non per questo meno concreto, per tutelare il pianeta Terra.

Quest’anno l’iniziativa serve anche a mettere a dimora un filare di 500.000 alberi che simbolicamente parta da Pino Torinese per arrivare ad Alberobello, perché piantare alberi e piante aiuta a mitigare il riscaldamento climatico e a salvare il pianeta.

“M’illumino di Meno” nasce nel 2005 quando parlare di stili di vita sostenibili e risparmio energetico sensibilizzava poche persone, oggi l’argomento è conosciuto da un pubblico decisamente più vasto ed ecco che si può pensare ad ”alzare l’asticella” e provare ad  aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

Sul sito si legge:

L’invito di Caterpillar è piantare un albero, perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature

Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature

Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire.

Gli scienziati di tutto il mondo concordano: riforestazione. 

Caterpillar invita Comuni, scuole, aziende, associazioni e privati a piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio.
Ma anche un rosmarino, un ginepro nano, una salvia, un’erica o una pervinca major: tutto quello che si può piantare su un balcone.

Sul davanzale un geranio. E maggiorana, basilico, timo e prezzemolo: piantare un giardino sulla finestra. 
Piantare viole del pensiero, ortensie e petunie  in un vaso appeso alla parete. Piantare erba gatta.

Col vostro aiuto vorremmo piantare un filare di 500.000 alberi che simbolicamente ci porti da Pino Torinese fino ad Alberobello, perché piantare alberi e piante aiuta a mitigare il riscaldamento climatico e a salvare il pianeta.

Inoltre nell’anno in cui “M’illumino di Meno” precede i festeggiamenti dell’8 marzo Festa della Donna, Caterpillar lancia la “Super Mission“: far arrivare il messaggio di “M’Illumino di Meno” a due figure femminili che in questo momento rappresentano a livello globale l’impegno per la salvaguardia del pianeta: Greta Thunberg e Jane Fonda.

L’edizione 2020 di M’illumino di Meno è quindi sempre di più verde, globale, transgenerazionale e al femminile.

Leggi anche:
Contro il cambiamento climatico piantiamo 60 milioni di alberi
Quattordici dure verità sul cambiamento climatico
Il cambiamento climatico si combatte anche a tavola

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Gli articoli più letti della settimana

Consigli per gli acquisti